Lunga intervista di Alessandro Matri a Libero. L'ex attaccante, che da poco ha chiuso con il calcio, ha parlato anche della lotta al vertice della Serie A.

Partiamo da una sfida speciale per lei: Sassuolo-Juve. Dopo aver steso la Lazio i neroverdi possono fare il bis?
"Stanno giocando un grande calcio. Merito dell’ottimo lavoro fatto da De Zerbi in questi 2 anni. Fisicamente vanno forte, inoltre mentalmente sono senza pressioni e galvanizzati dalle ultime vittorie. Possono dar fastidio anche alla Juve...".

In caso di scivolone bianconero si potrebbero riaprire i giochi scudetto?
"Direi di no. La Juve è superiore e il suo ciclo è destinato a durare ancora a lungo. Le avversarie si sono avvicinate, ma il gap non verrà colmato nel giro di un anno. Quella bianconera è una società avanti anni luce rispetto alle altre come testimonino lo stadio di proprietà fatto 10 anni fa e ora la Squadra B. Poi basta guardare le rose: la Juve può contare su 24 titolari. La Lazio, che stava facendo un campionato straordinario, giocando ogni 3 giorni ha pagato dazio".

Passiamo all’Inter di Antonio Conte: insieme avete vinto 2 scudetti alla Juve. Si aspettava potesse trovare queste difficoltà a Milano?
"Certe critiche sono eccessive. Il mister ha iniziato alla grande. L’Inter ha fatto un’andata strepitosa e fino a marzo ha tenuto testa alla Juve. Poi con gli infortuni sono emerse le distanze: l’Inter in panchina non ha molte alternative...".

E infatti Conte invoca acquisti di spessore per la prossima stagione. Farebbe bene Zhang ad accontentarlo?
"Conte è l’uomo giusto per un club che vuole tornare in alto. La sua voglia di vincere è altissima e penso che col club troverà un punto di incontro".

Comve vedrebbe Allegri all’Inter?
"Uno come Allegri si adatta benissimo in tutte le situazioni...".

Lei ha avuto entrambi. In cosa si somigliano Conte e Allegri?
"Non hanno molti punti di contatto. Conte ti trascina con il suo carisma: riesce a trasmetterti la sua cattiveria e voglia di vincere sempre. Allegri invece è bravissimo nel tenere sereno il gruppo, gestendo uno spogliatoio affollato di campioni".

Nei mesi scorsi ha giocato con Tonali: serve di più a Inter o Milan?
"Sandro ha dimostrato di poter giocare ad alti livelli e ha la testa giusta. Per caratteristiche lo vedrei meglio nel 3-4-1-2 interista, perfetto per fare uno dei due a metà campo".

VIDEO - "VITTORIA MERITATA", MA QUALCUNO FA COMUNQUE ARRABBIARE TRAMONTANA...

Sezione: News / Data: Mer 15 luglio 2020 alle 17:58 / Fonte: Libero
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print