"Io e Carlos abbiamo lavorato insieme tre anni e mezzo e lui si è sempre allenato e comportato benissimo, quella del ritorno in Argentina è stata soltanto una parentesi. Carlos, d’altronde, è sempre stato un grande giocatore: lo era al West Ham, quindi allo United, al City e ora alla Juve. Lui ha sempre fatto la differenza dovunque ha giocato". Roberto Mancini elogia Carlo Tevez e svela anche un retroscena di mercato. "Poteva essere dell'Inter? È vero, Moratti mi aveva chiamato per chiedermi Balotelli e io gli ho detto: 'Se vuole un giocatore forte, prenda Tevez'". E magari sarebbe cambiata la storia dell'Inter.

"Quella del City sicuro: una volta tornato dal Sud America, Tevez si è messo in condizione e ha fatto dei gol decisivi nella volata finale con lo United. Tra l’altro, vi ricordo che l’unico screzio avuto dal sottoscritto con Carlos è stato quello di Monaco, però ventiquattro ore dopo quella partita ci siamo trovati a casa mia e io gli ho detto "Carlos, per me non c'è nessun problema, quello che è successo è già passato decidi tu cosa vuoi fare", lui è andato in Argentina, ma, una volta tornato, si è subito rimesso in riga. Io di Tevez posso parlare solo bene sia come giocatore, sia come persona".

Sezione: News / Data: Ven 15 maggio 2015 alle 08:45 / Fonte: Tuttosport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print