La FIFPro, sindacato mondiale dei calciatori, ha una posizione ben specifica sulla ripresa estiva dei campionati calcistici europei. Intervenuto ai microfoni de La Repubblica, Vincent Gouttebarge, responsabile medico dell'organizzazione, avverte sui troppi rischi ai quali i calciatori vanno incontro, tra infortuni e temperature impossibili: "Servirà la massima vigilanza su questo tema: il rischio che la stagione che si sta completando finisca troppo a ridosso di quella che dovrà cominciare può fare nascere un calendario molto intasato, senza i necessari tempi di preparazione per i nuovi campionati e coppe e senza i necessari tempi di recupero. I giocatori non sono macchine: la loro salute viene prima di tutto". No secco alle partite alle 16.30: "Allenamenti e partite vanno cancellati e riprogrammati, quando si superano i 32° della cosiddetta temperatura composita, parametrata su aria, umidità, esposizione all'umidità e al vento".

VIDEO - 27/05/2007: MATERAZZI, MAICON, FIGO: L'INTER COMPLETA LA FESTA SCUDETTO 2007

Sezione: News / Data: Mer 27 maggio 2020 alle 22:02
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print