Bernardo Corradi, opinionista al fianco di Walter Zenga a Pressing, analizza la partita dell'Olimpico tra Lazio e Inter toccando vari temi che riguardano il mondo Inter: “Credo che i giocatori dell’Inter conoscano Antonio e le sue dichiarazioni. È normale che se sono l’allenatore di una squadra che a gennaio interviene sul mercato prendendo giocatori come Eriksen, Moses e Young, sono al timone di una squadra, ma lui questo lo sa. Credo sia più una partita a scacchi alla vigilia di chi si espone più o meno, è vero che se Eriksen fosse stato messo un po’ prima avrebbe potuto cambiare le sorti della partita ma al netto di questo la partita è stata giocata meglio dalla Lazio. Soprattutto nel secondo tempo e ha meritato la vittoria. Non so se Cone riuscirà a cambiare modulo in corsa per trovare più spazio ad Eriksen che ti dà quell’inventiva in più in centrocampo che ci può stare. Padelli? Anche Strakosha non è stato impeccabile, direi che sarebbe ingeneroso accostare le colpe di una sconfitta al portiere. La partita è stata giocata abbastanza bene nel primo tempo, concentrata sugli esterni"

Lautaro è stato tra i peggiori in campo. Distratto dal mercato?
"Io credo sia un problema di forma momentaneo. Un ragazzo giocatore dell’Inter, con Conte in panchina e con le ambizioni del momento del club, non penso possa farsi condizionare da sirene di mercato, per quanto possano far piacere. Io fossi in Lautaro vedrei il mio futuro in una società in crescita come l’Inter. La cosa che salta all’occhio è che nelle squadre di Conte gli attaccanti hanno una sorta di squadra nella squadra. I due attaccanti dialogano molto l’un l’altro anche se oggi Lukaku e Lautaro si sono passati pochi palloni. Mi è sembrato addirittura di vedere un gesto di stizza di Lukaku nei confronti di Lautaro, come se uno dei due non fosse nel periodo migliore".

VIDEO - TANTI AUGURI A... - ADRIANO, L'IMPERATORE: TUTTE LE MAGIE DI UN CAMPIONE DOMINANTE

Sezione: News / Data: Lun 17 febbraio 2020 alle 11:00
Autore: Egle Patanè / Twitter: @eglevicious23
Vedi letture
Print