Intervenendo sulle frequenze di Gr Parlamento, nel corso del programma 'La politica nel pallone', l'ad del Sassuolo Giovanni Carnevali torna a bomba sul progetto Super League, non nascondendo la sua amarezza per il comportamento dei 12 club scissionisti: "Ho provato una grandissima delusione, mi sono sentito tradito. Capisco i problemi dei grandi club, ma i problemi sono di tutti e penso che in un momento come questo ci debbano essere unione e solidarietà, rispetto delle persone e capacità di affrontare tutti insieme le difficoltà".

A proposito di cristi economica del calcio, il dirigente neroverde esprime il suo punto di vista anche sulla proposta dello slittamento degli stipendi: "Onestamente non credo sia giusto, perché nel momento in cui prendiamo impegni dobbiamo mantenerli e avere rispetto di tutte le persone. Poi magari le società più in difficoltà possono trovare un accordo di buon senso con i giocatori, che sono i primi a poterti venire incontro. Noi abbiamo già pagato aprile. Questo dovrebbe essere normale, qualsiasi azienda deve pagare gli stipendi in tempi regolari. Ritengo che l’eventualità di un taglio delle ultime due mensilità sia una cosa che va studiata bene: deve essere un discorso da parte di tutti. E comunque credo che non dovrebbe essere possibile permettere acquisti importanti che consentono ad alcuni club di ottenere grandi risultati se non si hanno le possibilità economiche".

VIDEO - ESCLUSIVA FCIN: LA MOSSA DI RANOCCHIA PER RESTARE ALL'INTER

Sezione: News / Data: Mar 18 maggio 2021 alle 13:16
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print