"Icardi alla Juve sarebbe un grosso errore. Si andrebbe ad aumentare la potenza d'attacco dei bianconeri e con uno come CR7 sarebbe ancora più forte. Dzeko di sicuro non sarebbe un sostituto all'altezza". Intervenuto sulle frequenze di Radio Sportiva, Roberto Boninsegna analizza i possibili risvolti della spaccatura tra l'Inter e l'ex capitano. "I giovani sono ancora immaturi, Lautaro non è una prima punta e l'Inter è scoperta davanti. Se la società ha deciso di andare su Lukaku dovrà stare attenta perché rischia di prendere poco da Icardi e dover spendere tanto. Conte è arrivato conoscendo già i problemi dell'Inter, la società gli aveva già fatto capire certe cose. Forse pensava che Lukaku fosse già nerazzurro... Difesa e centrocampo sono stati rinforzati, ora manca l'attacco. Lukaku è un buon giocatore ma non vale 83 milioni. L'Inter avrebbe dovuto gestire meglio Icardi, un attaccante da primi 5 posti in Europa. La frittata è stata fatta l'anno scorso e nemmeno Marotta ha aggiustato la cosa".

Poi un giudizio anche sull'ultimo arrivato, Nicolò Barella: "Un ottimo giocatore, ma il regista vero è Sensi. Entrambi si aggiungono a un reparto mediano già folto. Serviranno innesti significativi in attacco". 

VIDEO - GABIGOL DA GRANDE ATTACCANTE, MA IL FLAMENGO LASCIA LA COPPA AI RIGORI BATTUTO DA... JONATHAN

Sezione: News / Data: Ven 19 Luglio 2019 alle 16:56
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print