Sanzioni pesanti dall'Uefa per Paris Saint-Germain e Manchester City in ottica FFP, ma anche in Italia due società sono nel mirino del massimo organo calcistico europeo. Dopo aver concesso un'intervista chiarificatoria sull'argomento a FcInterNews.it (leggi qui), l'esperto di sport & marketing Marco Bellinazzo ribadisce il concetto a Ilsussidiario.it: "L'Inter ha registrato un rosso da 150 milioni di euro, sforando il tetto da 45 imposto dall'Uefa. Potrà ridurre la massa delle perdite tramite l'indebitamento o con la clausola che non considera i contratti dei giocatori firmati prima dell'1 gennaio 2010. La sanzione però dovrebbe essere tra le più leggere, l'ipotesi più probabile è una multa difficile da quantificare. Il prossimo mercato? Sarà discreto a prescindere dal FFP, in base al progetto che ha in mente Thohir.

Il nuovo presidente punta ad aumentare i ricavi con la valorizzazione del brand all'estero, specialmente nell'area cinese e facendo attenzione ai costi interni della società. La conseguenza sarà un calciomercato low cost: operazioni alla Hernanes non dovrebbero ripetersi a meno che non si presenterà l'occasione. Il monte ingaggi dell'Inter sarà parametrato al fatturato annuo della società. L'idea è che il 50% dei ricavi sia dedicato agli stipendi. Se ad esempio un giocatore chiederà 3 milioni a stagione sarà accontentato solo a patto di mantenere l'equilibrio complessivo con il fatturato".

Sezione: News / Data: Gio 08 maggio 2014 alle 14:23 / Fonte: ilsussidiario.net
Autore: Redazione FcInterNews.it
vedi letture
Print