Damir Skomina ha arbitrato la partita di Champions League fra Barcellona e Inter, seconda gara della fase a gironi. L'Inter ha ritrovato il fischietto sloveno dopo ben otto anni: l'ultimo precedente fu la sconfitta contro lo Schalke 04 per 2-1. Più recente l'ultimo incrocio di Antonio Conte, ma anche questo abbastanza amaro: sconfitta per 3-0 del Chelsea proprio sul campo del Barcellona. Match sicuramente con poca personalità da parte di Skomina, che ha spesso usato due pesi e due misure sia per le valutazioni dei falli che per le sanzioni con il cartellino giallo. Inviperita la panchina nerazzurra, soprattutto nella ripresa, con il direttore di gara che ha ammonito anche Conte e Sanchez (da poco richiamato dal tecnico).

6' - Al primo fallo, si prende il cartellino giallo Barella: il centrocampista arriva in ritardo su Busquets dopo essersi allungato il pallone, la sanzione ci può stare.

9' - Primo cartellino giallo anche per il Barcellona: l'arbitro Skomina punisce il fallo di Griezmann sull'uscita dalla sua trequarti da parte dell'Inter. 

12' - Busquets interviene energicamente su Sanchez a centrocampo: l'arbitro lascia proseguire, il tocco è sul pallone ma sicuramente l'entrata è pericolosa.

13' - Ancora in ritardo, De Jong non si frena anche se la sua entrata su Brozovic non appare cattiva: il centrocampista viene ammonito solo verbalmente.

20' - Protesta il Barcellona per un'entrata di Skriniar su Suarez: l'arbitro lascia proseguire, ma ci poteva stare il calcio di punizione a favore dei blaugrana.

22' - Sale il nervosismo in campo dopo l'intervento di Piqué ai danni di Barella. L'arbitro ammonisce il difensore, l'intervento è duro ma Piqué prende anche il pallone, quindi pare eccessivo l'eventuale rosso diretto.

27' - Candreva segna, ma la sua posizione è nettamente irregolare. Il guardalinee, come da copione, aveva aspettato a segnalare il fuorigioco.

28' - Lenglet tira giù Lautaro al limite dell'area: Skomina lascia proseguire, ma il difensore si è sicuramente aiutato un po' troppo con le mani. Sarebbe stato un calcio di punizione molto pericoloso.

50' - Skomina a muso duro con Brozovic dopo un fallo del croato su Messi, che si stava pericolosamente facendo spazio al limite dell'area. Il fallo c'è, non arriva comunque il cartellino giallo.

52' - Finisce invece sul taccuino dei cattivi Sergi Roberto, dopo un fallo a centrocampo su Sensi con l'Inter che provava a ripartire. Fallo tattico, ci sta il giallo.

56' - Sensi finisce a terra dopo un contrasto in area di rigore con Arthur. L'arbitro invita il centrocampista ad alzarsi, ma resta qualche dubbio, perché il nerazzurro anticipa l'avversario e viene sgambettato. L'arbitro non lo guarda neanche al Var...

61' - Asamoah rischia su Suarez, in area di rigore, ma viene segnalato fuorigioco. L'offside non c'è, ma neanche il presunto fallo dell'esterno nerazzurro, che più che altro si aiuta col fisico.

76' - Anche Vidal si prende il cartellino giallo, fallo su Barella. L'ex centrocampista della Juve protesta ma ci sta tutta la decisione del direttore di gara. Subito dopo viene sanzionato un altro cileno, vale a dire Sanchez, con Skomina che ha estratto il cartellino per le proteste delll'attaccante, che già da qualche minuto era in panchina.

80' - Politano, da poco entrato in campo, subisce un colpo da dietro al limite dell'area. Skomina decide di lasciar proseguire, ma sembra netto il fallo.

82' - Ammonito un altro elemento della panchina nerazzurra: stavolta tocca al tecnico Conte, che già da tempo si stava lamentando dell'arbitraggio, forse un po' casalingo.

88'- Rischia molto Barella per un fallo su Vidal dopo aver perso palla. Il centrocampista ferma volutamente la giocata e rischia il secondo giallo, che comunque non arriva.

Sezione: Moviola / Data: Mer 2 Ottobre 2019 alle 23:47
Autore: Gianluca Losco / Twitter: @MrLosco
Vedi letture
Print