Moreno Longo, tecnico del Torino, si sofferma ai microfoni di Sky Sport per analizzare il 3-1 incassato dai suoi contro l'Inter dopo l'illusorio vantaggio maturato nel primo tempo: "Fa male questo ko perché c'erano i pressupposti per fare un altro tipo di gara - dice -. Dispiace aver dato la possibilità all'Inter di andare in vantaggio nei primi minuti del secondo tempo: abbiamo preso due gol evitabili. La squadra deve combattere per cercare di trovare la salvezza, ne siamo tutti consapevoli: non cambia nulla dopo questa partita. L'Inter è stata più brava di noi oggi, ora ci sono altre sei partite a partire da quella col Genoa". 

Avete preso troppi gol, da qui alla fine dovete migliorare quell'aspetto.
"Sono d'accordissimo sul fatto che la fase difensiva vada migliorata, ma vanno limati anche altri aspetti altrimenti non ci troveremmo in questa situazione di classifica. Oggi eravamo stati bravi a mantenere alta la concentrazione nel primo tempo, ce lo siamo anche detti all'intervallo; non siamo stati perfetti nei 90', cosa che serve per uscire con dei punti da San Siro. Il problema di questo finale di campionato è che non ci possiamo allenare, dovremo ottimizzare tutte le risorse". 

Belotti fa per tre in avanti, qualcuno è mancato stasera?
"Oggi l'Inter è stata aggressiva e non ci ha permesso gli scambi tra attaccanti. Poi mi viene da sorridere quando si dice che dobbiamo mettere più qualità, noi siamo costruiti per fare un calcio fisico: siamo migliorati tanto perché siamo rimasti decisamente pericolosi offensivamente. Abbiamo avuto 4-5 occasioni, con Ansaldi sull'1-0, la traversa di Belotti e altre. Magari non saranno tante chance, ma dobbiamo valorizzare questo aspetto".

Belotti sta avendo una continuità da record: c'è un segreto?
"Di speciale ci sono le qualità straordinarie di Belotti, di un attaccante completo che attacca la profondità e difende il pallone spalle alla porta. Io e lo staff cerchiamo di farlo esprime al meglio, non andiamo a soffocarlo con un sistema di gioco inadatto alle sue caratteristiche". 

I tifosi di nuovo allo stadio. 
E' molto importante, il calcio ha bisogno del pubblico che dà adrenalina. A maggior ragione saremmo favorevoli ad avere i nostri fan allo stadio perché ci darebbero una mano". 

Sezione: L'avversario / Data: Mar 14 luglio 2020 alle 00:10
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print