Massimo Moratti ha rilasciato un'intervista a Leggo nel giorno di Inter-Real Madrid. "Sono partite che fanno storia a sé, ma può essere l'occasione giusta. Il Real ha alcune assenze, ma soprattutto l'Inter viene dalla vittoria sul Torino ottenuta in maniera alla fine speciale, con grande carattere. E questo fa morale - dice l'ex presidente - Il primo tempo e i primi 10' del secondo sono stati deludenti. Poi è venuta fuori la qualità soprattutto degli attaccanti. Importante anche l'ingresso di Skriniar, ha rassicurato la difesa".

Moratti trova corrette le dichiarazioni di Conte e Lukaku a fine partite. "Dichiarazioni giuste da parte di un allenatore che vuole molto di più e di un giocatore che dice che non si può fare una fatica terribile per recuperare dopo essersi dimenticati di giocare il primo tempo. Parole intelligenti, per spronare la squadra a fare meglio". La favorita per lo scudetto resta comunque la Juventus "per la qualità dell'intera rosa - dice ancora Moratti -. Mi sembra che Pirlo si stia adattando sempre di più al suo ruolo". Nella corsa al titolo Moratti non dimentica il Milan: "Merita il primo posto e può ambire allo scudetto".

Difficile, secondo l'ex presidente, ritrovare Eriksen. "Ha grandi qualità, ma non è riuscito a inserirsi, o non sono stati in grado di inserirlo".

VIDEO - ACCADDE OGGI - 25/11/1998: QUANDO BAGGIO SI PRESE IL MEAZZA CON UNA DOPPIETTA AL REAL

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 25 novembre 2020 alle 11:10
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print