Il futuro di Héctor Herrera resta ancora un rebus, a maggior ragione dopo che il suo manager ha aperto alla possibilità di una possibile permanenza al Porto del suo assistito, nonostante il contratto dello stesso scada il prossimo 30 giugno 2019. "Héctor non chiude la porta alla continuità nel Porto, ci sono stati colloqui con il presidente Pinto da Costa e tutto può succedere - ha precisato Gabriel Moraes, l'agente del centrocampista messicano classe '90 ai microfoni di A Bola -. Nulla di ciò che è stato scritto e di ciò che è stato detto negli ultimi giorni è vero. Hector non si è impegnato con nessun club. Né con l'Inter né con Roma o Milan, come si è detto. Una delle menzogne che sono state scritte è che sono volato in Italia per definire i dettagli del contratto. Beh, non ho lasciato Porto perché mia figlia è malata". 

L'altra imprecisione scritta dai media italiani è relativa allo status di comunitario del giocatore: "Anche questa è una bugia - sottolinea Moraes -. Lo scorso settembre la legge è cambiata e Hector solo a luglio soddisferà tutti i requisiti necessari per richiedere il passaporto portoghese e ottenere lo status di giocatore comunitario. Ma, come tutti sanno o dovrebbero sapere, questo è un processo che può richiedere alcuni mesi". 

L'unica cosa certa è che il giocatore resterà in Portogallo fino a giugno: "Hector non lascerà il Porto questo mese - ha aggiunto il procuratore brasiliano -. Vuole vincere altri titoli nel club e questo è tutto quello a cui pensa". 

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 10 Gennaio 2019 alle 12:28 / articolo letto 10088 volte
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari