Il futuro di Antonio Conte sulla panchina dell'Inter non sarebbe più così saldo. Secondo la Gazzetta dello Sport, si avverte una scollatura tra il tecnico e la squadra, evidenziata a Verona quando, durante la prima sosta nel primo tempo, l'allenatore è rimasto muto. "Il punto è qui, è in un distacco che ora si avverte tra Conte e la squadra, almeno una parte di essa - si legge -. È un sentimento avvertito nello spogliatoio nerazzurro, una scollatura tra il comandante e il suo esercito. Non c’è stato un episodio scatenante, ma sono tanti i sintomi di una serie di interrogativi sempre più insistenti. È come se una parte della squadra non notasse più la fiducia di Conte, si sentisse messa un po’ da parte, sensazioni maturate recentemente, nel momento della ripresa dopo il lockdown. Come se, in definitiva, i giocatori avessero capito che alcune delle valutazioni di cui parla l’allenatore in realtà sono state già fatte, in termini di conferme o meno in vista della prossima stagione. E allora, qualche uscita viene compresa, altre meno, altre ancora assai poco digerite".

Un sentimento avvertito anche dalla società. Le voci di esonero circolate ieri non è però uno scenario contemplato. Stando a quanto riferisce la rosea, sia per motivi economici (Conte è legato all’Inter da un contratto ricco fino al 2022, da 12 milioni a stagione), ma soprattutto strategici, nessuno all'Inter si sogna di mandare via l'allenatore. Dimissioni? L'arrivo di Hakimi sgombra il campo, anche se nulla può essere dato per scontato. E allora proprio il mercato potrebbe avere un ruolo fondamentale. "Il tecnico chiederà di ritoccare pesantemente l’organico: un difensore centrale, due centrocampisti, un esterno sinistro e un paio di attaccanti, questa la lista della spesa oltre l’esterno destro già agganciato", spiega la Gazzetta. Le valutazioni a fine stagione, per il momento Conte e l'Inter vanno avanti insieme con fiducia. Ma occhio a Massimiliano Allegri: secondo la rosea, potrebbe essere lui l'uomo giusto qualora Conte maturasse l'idea del divorzio.

VIDEO - UNDICI ANNI FA LA PRESENTAZIONE DI MILITO E MOTTA: QUANTE GIOIE IN NERAZZURRO

Sezione: In Primo Piano / Data: Sab 11 luglio 2020 alle 08:15 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print