Qualche giorno fa, Christian Eriksen ha partecipato ad un Q&A organizzato dalla Dbu, la Federcalcio danese, durante il quale ha risposto a domande e curiosità dei fans della Nazionale scandinava. Inevitabili le richieste sulla sua esperienza tra poche luci e molte ombre all'Inter, una situazione che fa parlare molto non solo in Italia. Quando gli viene chiesto perché non gioca molto in nerazzurro, Eriksen risponde in modo schietto: "Questa cosa va chiesta al tecnico Antonio Conte... Chiama l'allenatore e parla con lui, perché le decisioni sono le sue. Nel calcio i periodi di alti e bassi ci stanno sempre, solo per pochi ci sono sempre alti. Come gestisco le critiche? Sono diventato più bravo a non pensarci, perché tutti hanno un'opinione. Soprattutto adesso che mi sono trasferito in Italia, dove tutti hanno un'opinione. Si tratta di fidarsi di coloro che ti stanno vicini e non sentire il resto".

Eriksen ha poi aperto ad una possibile chiusura di carriera nell'Odense, lì dove si è formato calcisticamente prima di approdare all'Ajax: "Non lo escludo. Dopotutto, ora abbiamo anche comprato una casa a Odense, quindi penso che la nostra base familiare più avanti sarà Odense. Allora potrei anche finire lì se mi vogliono". 

VIDEO - ACCADDE OGGI - 29/10/2009: PAZZA INTER, DAL 4-0 AL 4-3 COL PALERMO. MA MILITO C'E' SEMPRE

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 29 ottobre 2020 alle 21:53 / Fonte: Bold.dk
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print