Tiene banco in casa Inter, e non potrebbe essere altrimenti, la questione legata al futuro di Mauro Icardi. L'argentino, che attualmente percepisce 5,3 milioni di euro più bonus all'anno, nelle contrattazioni con il club nerazzurro ha abbassato le sue richieste da 9 a 8 milioni. Da par suo, Piero Ausilio è disposto a spingersi fino a 6,3 più bonus, con clausola rescissoria alzata da 110 a 200 milioni di euro. Allo stato dell'arte - riferisce Premium Sport - c'è freddezza tra le parti per un accordo che non arriva, ma anche perché Maurito è infastidito dal fatto che nessuno in società abbia dichiarato pubblicamente l'intenzione di blindarlo a Milano. Che sia Juve o Chelsea, la Beneamata - in queste ore - fa sapere di non aver ricevuto alcuna proposta o sondaggio per il suo capitano.

Sezione: Focus / Data: Gio 31 maggio 2018 alle 13:44
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
vedi letture
Print