La differenza di ricavi tra Champions ed Europa League è nota anche a chi non mastica di conti. Una fotografia in più, emblematica, arriva dall'analisi di Calcio & Finanza, secondo cui solo arrivando in fondo alla seconda competizione continentale (in cui l'Inter ripartirà dai sedicesimi di finale) la società nerazzurra avrà ricavi pari a quelli che avrebbe introitato in caso di passaggio agli ottavi, senza contare gli eventuali turni successivi. "La mancata qualificazione incide per circa 12 milioni di euro sui premi - si legge - La situazione attuale vede i nerazzurri avere guadagnato 40,7 milioni di euro, senza considerare la seconda parte del market pool (che può valere da un minimo di 3,4 a un massimo di 5,4 milioni, cifra che dipenderà da quanto andranno avanti Juventus, Napoli ed Atalanta): centrare la fase ad eliminazione diretta con una vittoria ieri avrebbe garantito 52,9 milioni di euro, sempre senza la seconda parte di market pool (che sarebbe valsa da un minimo di 4,3 milioni a un massimo di 6,7)".

Quei 12,2 milioni di euro di differenza sono colmabili solo arrivando in fondo. "Nel dettaglio, infatti, arrivare fino a vincere la coppa garantirebbe 14 milioni di euro in soli premi, senza considerare la quota relativa di market pool dall’Europa League. Inoltre, chi conquisterà la coppa parteciperà alla Supercoppa europea, con ricavi per altri 3,5 milioni di euro. Un percorso lungo e complesso, quindi, per pareggiare i ricavi di una sola partita in più in Champions League".

Sezione: Focus / Data: Mer 11 Dicembre 2019 alle 10:56
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print