L'Inter accelera per Nicolò Barella. Il centrocampista del Cagliari e della nazionale italiana è quello che piace di più tra i profili nostrani per la mediana che in estate vedrà sbarcare ad Appiano due calciatori di prima fascia. Un feeling nato già l'estate scorsa e cresciuto mese dopo mese quello tra la dirigenza nerazzurra e il gioiello isolano, pronto in estate al grande salto in una big. E adesso i nerazzurri sono pronti a lanciare l'assalto al classe 1997.

TRATTATIVA - Il presidente cagliaritano Tommaso Giulini chiede 50 milioni per cedere il proprio gioiello. Cash e senza contropartite. Cifra finora che, però, nessuno sembra disposto a pagare tra i club che concorrono ad accaparrarsi Barella, ovvero Inter, Arsenal e Manchester United. In Italia anche Napoli, Milan e Roma avevano chiesto informazioni, ma il gradimento di Barella è volto ai nerazzurri. Merito di un ambasciatore speciale come l'amico Radja Nainggolan, con il quale condivide anche il medesimo agente: Alessandro Beltrami. Nicolò e la sua dolce metà Federica inoltre conosco bene la zona di Como, dove Barella ha vissuto il suo primo anno da calciatore in Serie B. Anche a livello familiare, dunque, l'Inter e mettere su casa nel comasco sarebbero la soluzione migliore.

CONTROPARTITE - Cinquanta milioni dicevamo, quelli richiesti da Giulini. Al momento l'Inter vorrebbe mettere su piatto una cifra inferiore: 30 milioni più un paio di contropartite gradite ai sardi. Confermato il placet rossoblù per Lorenzo Gavioli (classe 2000) della Primavera come vi abbiamo raccontato settimana scorsa in anteprima (LEGGI QUI). Inoltre ai rossoblù piace anche la punta Facundo Colidio (classe 2001) e soprattutto Davide Merola (classe 2000). Quest'ultimo è assistito da Enzo Raiola, i cui rapporti con il Cagliari sono eccellenti come testimoniano i recenti rinnovi di Pisacane e Deiola, ma soprattutto lo sbarco in prestito dalla Roma del terzino Luca Pellegrini. Merola nella rosa di Maran potrebbe prendere il posto, per caratteristiche, di gente come Farias e Sau che a gennaio hanno lasciato la Sardegna. Una crescita graduale che potrebbe anche passare attraverso un parcheggio in prestito. Insomma, l'Inter sa di avere tra le mani le carte giuste per abbassare il muro dei 50 milioni cash e al tempo stesso soddisfare le richieste cagliaritane.

VIDEO - FREDDEZZA ESPOSITO, CANNONATA E ALTRO GOL ALL'AUSTRIA

Sezione: Esclusive / Data: Mer 08 maggio 2019 alle 18:35
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print