Oggi inizia ufficialmente la “'zona Maurito', una sorta di mercato compresso in 7 giorni (il 2 settembre la sirena di chiusura), durante i quali la Juve proverà a trovare spazio a Icardi nella rosa di Maurizio Sarri. Per accogliere l'argentino - si legge su Tuttosport - Fabio Paratici deve “liberare” almeno due armadietti: uno è quello di Mario Mandzukic e l’altro sarebbe quello di Paulo Dybala, sempre nei radar del Paris Saint Germain (in caso di addio di Neymar) e dell’Inter stessa. Più complicato l’addio di Gonzalo Higuain.

L'ex capitano nerazzurro, al di là tutto, sembra intenzionato a lasciare Milano soltanto per arrivare a indossare la numero 9 bianconera, appositamente lasciata libera dai vertici della Continassa (Higuain ha preso il 21). Al netto dell’addio di Mandzukic, sono due i possibili incastri: scambiare Dybala con Icardi - come l’Inter propone da mesi - o investire l’eventuale ricavato della cessione della Joya al Psg su Maurito. La prima ipotesi non ha mai fatto impazzire la Vecchia Signora, mentre la seconda non ha mai intrigato troppo Beppe Marotta. Nel weekend, però, qualcosa è cambiato - chiosa il quotidiano torinese -: da Viale della Liberazione è filtrata una maggior disponibilità a sedersi con la Juventus per parlare di Icardi a prescindere dallo scambio con Dybala. Prove di disgelo che, a sette giorni dal chiusura del mercato, non sembrano casuali. In tutto questo il Napoli non molla, confidando in un ripensamento finale del giocatore (i dettagli a pagina 15). Ma non si può escludere nemmeno quella che sarebbe l’ipotesi più clamorosa: ossia la permanenza di Maurito all’Inter da “fuori progetto”. 

Sezione: Rassegna / Data: Lun 26 Agosto 2019 alle 09:00
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print