Anche il Corriere dello Sport penalizza Kolarov, ancora poco a suo agio nell'Inter da terzo di una difesa nella quale si salva De Vrij.


Handanovic 6 La prodezza sul rigore è inutile e sul 2-0 è senza colpe. 
 
D’Ambrosio 5,5 Quando Leao lo punta, va in tilt, come si vede nell’azione del raddoppio di Ibra: sullo scatto non c’è partita. 
 
De Vrij 6 Deve controllare Ibrahimovic, lo fa usando il fisico, non ha alternative e lo svedese contro di lui non gioca sul velluto. 
 
Kolarov 4,5 In tre minuti fa due disastri e spinge l’Inter sullo 0-2. Sul rigore: anziché fermarsi e temporeggiare, butta giù Ibrahimovic come se fosse a metà campo. Sul 2-0: quando Leao salta D’Ambrosio, invece di fare un passo indietro verso Ibra fa un passo in avanti verso il pallone. Sono errori inconcepibili per un giocatore della sua esperienza. Un parziale riscatto nel pre-assist per Perisic. 
 
Hakimi 6,5 Tutte le volte che entra sulla scena, ci viene da pensare a Zidane: ma come hanno fatto a mandarlo via? Anche se stavolta non entusiasma, la sua forza e la sua qualità appaiono comunque con evidenza. Kessie ed Hernandez usano anche metodi sbrigativi per frenarlo. Una sola colpa: sbaglia di testa il 2-2. 
 
Vidal 6 Sfida fisica contro Kessie. Non si fa notare troppo nella costruzione del gioco ma aiuta la squadra col suo dinamismo. Lo spunto migliore è il cross per la palla-gol sbagliata da Hakimi.  
 
Sanchez (39’ st) sv E’ la mossa finale di Conte ma non fa in tempo a incidere. 
 
Brozovic 5 E’ il più arretrato del centrocampo nerazzurro e sta lì anche per controllare Calhanoglu, però per riuscirci dovrebbe avere ben altre caratteristiche.  
 
Eriksen (22’ st) 5,5 Via il vertice basso, dentro il vertice alto. Eppure le uniche due volte che si fa vedere è prima per un recupero su Ibrahimovic e poi per un fallo su Castillejo (dopo altro errore di Kolarov) sempre davanti alla sua area. In attacco, niente. Inutile lamentarsi delle tante panchine se la risposta è questa. 
 
Perisic 5,5 Calabria non gli dà tregua e per avere lo spazio per il cross buono, quello del gol, deve aspettare che salti il raddoppio di Saelemaekers. 
 
Barella 6,5 Ha una fantastica condizione fisica e atletica, non si ferma un attimo, riparte sempre a cento all’ora. E’ davvero instancabile. 
 
R. Lukaku 6,5 Il gol è il premio alla sua solita partita da combattente. Tutta l’Inter si appoggia sulle spalle del suo gigante che però nella ripresa sbaglia per due volte il gol del 2-2. 
 
L. Martinez 6 Primo tempo da applausi, prende sempre il tempo a Kjaer. Ripresa in calo, per lunghi tratti non riesce quasi più a dare un sostegno al suo compagno d’attacco, ma nel finale piazza l’assist che il belga non sfrutta.  
 
Conte (all.) 6 Gli mancano troppi giocatori, compresi due difensori titolari e infatti là dietro, accettando di difendere in parità numerica, l’Inter ha problemi seri.  

VIDEO - VERSO INTER-BORUSSIA: LA FAMOSA "PARTITA DELLA LATTINA"

Sezione: Rassegna / Data: Dom 18 ottobre 2020 alle 09:24 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print