Rispetto alla Gazzetta dello Sport, sono un po' più severi i giudizi del Corriere dello Sport relativamente alla prestazioni dei 14 interisti scesi in campo al Franchi nell'1-1 con la Fiorentina. Gli insufficienti, nello specifico, sono addirittura sei: Skriniar e Lukaku (5), Lautaro, Vecino, D'Ambrosio e Biraghi 5,5. Tutti i voti. 

Handanovic 6 Vola sotto la traversa a togliere la palla di Badelj. E’ l’unica parata del primo tempo. Anche quella della ripresa, su Castrovilli, è degna della sua classe. Si piega sul siluro di Vlahovic.
Bastoni 6 Parte bene, con personalità. Poi quando dalla sua parte si sposta Chiesa, usa modi spicci, prende un giallo e rischia il secondo. Esce per un infortunio. Godin (43’ st)sv Il suo ingresso non è fortunato. Da 1-0 a 1-1. Si fa anticipare dal tocco di Boateng che dà il via allo scatto vincente di Vlahovic.
De Vrij 6 La Fiorentina lo invita a nozze con la ricerca insistita del cross alto: i palloni di testa sono tutti suoi e dei suoi compagni. Nell’azione del gol, va a coprire il centro della difesa.
Skriniar 5 La rete di Vlahovic pesa sulla coscienza di un difensore tanto esperto: il giovane serbo lo batte in forza e velocità. Non è ammonito, e comunque siamo già nel recupero, quindi ha una possibilità, bloccarlo senza tanti indugi. Invece si fida di se stesso e sbaglia.
D’Ambrosio 5,5 Si ritrova sul corridoio con l’ex Dalbert. Il duello finisce pari, ma di sicuro non aggiunge alcunché a una partita che ha un generale livello modesto.
Vecino 5,5 Primo tempo da spettatore. Nel secondo è un po’ più presente, ma non incide mai.
Brozovic 6,5 Lo controlla Castrovilli, ma il croato trova il tempo, il modo e lo spazio per dare il via a qualche azione e di rifinire con l’assist quella del gol. E’ sempre nel posto giusto.
Borja Valero 7 Non segnava da 558 giorni e per rompere questo lunghissimo digiuno sceglie proprio il suo vecchio stadio. Il gol è un pezzo di bravura tecnica, con dribbling in area e tiro secco. Un gol alla...Lautaro. Tutta la sua partita ricorda il vecchio Borja viola, per qualità tecnica, applicazione, intelligenza tattica. Esce fra gli applausi dei suoi vecchi tifosi. Agoumé (39’ st) sv Classe 2002, è il suo esordio in Serie A, ma lo bagna con poca fortuna.
Biraghi 5,5 Qualche attacco, qualche cross, in assoluto poca incisività.
Lautaro Martinez 5,5 E’ stanco e si vede. Segna solo a porta vuota, ma partendo da una posizione di fuorigioco. Politano (39’ st) sv Prova un paio di volte sulla sinistra, però senza sfondare.
R. Lukaku 5 Sbaglia in modo clamoroso il gol del 2-0, quello che chiuderebbe la partita. Anche lui sta consumando le energie residue.

VIDEO - ADRIANO AMA ANCORA L'ITALIA E SI CIMENTA NEL CANTO CON... TIZIANO FERRO

Sezione: Rassegna / Data: Lun 16 Dicembre 2019 alle 08:45
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print