La dirigenza dell'Inter attende segnali dala proprietà per capire come agire sul mercato. "All’Inter serve un uomo per reparto: portiere, difensore, mezzala, esterno e punta - scrive oggi il Corriere della Sera -. Prima di pensare ai nomi bisogna trovare le risorse, perché il budget non prevede sforamenti e a fine mercato il saldo dovrà risultare zero".

Il monte ingaggi potrebbe essere abbassato con l'addio a Ranocchia, D'Ambrosio e Padelli, in scadenza come Young e Kolarov (questi due addii sono dati per sicuri). A centrocampo Gagliardini e Vecino "sono giocatori con cui si potrebbe monetizzare qualcosa, anche se l’uruguaiano è tornato disponibile da circa due mesi e non ha giocato molto". Si farà un ragionamento su Vidal anche se "Conte lo considera un giocatore di un livello superiore, se recuperato fisicamente". In estrema ratio ci sono Brozovic ed Eriksen, il discorso generale è che le uscite dovranno essere compensate dalle entrate, se si vuole fare strada. In tal senso, "in porta piacciono Musso dell’Udinese e Silvestri del Verona. Per l’esterno tra i pallini di Conte ci sono Marcos Alonso e Emerson Palmieri. In mezzo al campo, prima di individuare un rinforzo, bisognerà valutare chi partirà. Davanti l’opzione Dzeko resta viva".

VIDEO - TRAMONTANA FESTEGGIA IL TRICOLORE IN STUDIO: "A MAURO BELLUGI"

Sezione: Rassegna / Data: Mar 04 maggio 2021 alle 11:38
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print