"L’aggancio al Milan fallito, l’occasione persa e un finale ad alta tensione. L’Inter chiude il girone d’andata con un solo punto e i nervi a fior di pelle". Così il Corriere della Sera commenta lo 0-0 di ieri alla Dacia Arena. "È incandescente la coda di una partita brutta, senza gol, con i nerazzurri bloccati dall’Udinese e condizionati da un pesante errore di Maresca che al 25’ del primo tempo non espelle Arslan, già ammonito, per un fallo su Lukaku. Il finale diventa una tonnara, con l’arbitro che al 90’ caccia Conte per proteste e a fine partita sventola il rosso pure a Oriali. Il tecnico si lamentava del poco recupero, Maresca gli ha mostrato in sequenza giallo e rosso. L’allenatore non ci ha visto più. «Sei sempre tu Maresca, pure al Var», riferimento al rigore non fischiato a Perisic in Inter-Parma".

Poi il parapiglia nel tunnel, con la rissa sfiorata. "A incendiare gli animi è stato proprio Maresca che si è rivolto agli interisti con una frase da censurare: «Bisogna saper accettare quando non si vince». Provocato, Conte si è infuriato. C’è stato un faccia a faccia durissimo, tra urla e imprecazioni, sia dell’arbitro che del tecnico. Sono volate parole grosse, accuse da una parte e dall’altra. Un parapiglia sedato a fatica che potrebbe costare una squalifica pesante a Conte, mentre l’arbitro, il primo a invelenire il clima, andrà sicuramente fermato".

VIDEO - ACCADDE OGGI - 24/01/2010: NELL'ANNO D'ORO UN DERBY FANTASTICO, MILITO-PANDEV E IL RIGORE PARATO DA JC

Sezione: Rassegna / Data: Dom 24 gennaio 2021 alle 10:56 / Fonte: Corriere della Sera
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print