Paolo Condò, editorialista de La Repubblica, giudica la corsa scudetto rifacendosi ai tempi delle famose "sette sorelle", quelle che a fine anni '90 animarono la Serie A. "Il pari dell’Olimpico chiude un week-end tutt’altro che banale. A guardare la partenza di questo campionato la tentazione di individuare un mazzetto di “cugine” — sorelle sarebbe prematuro — esiste. Le prestazioni, oltre che i risultati, delle iscritte alle coppe sono state in questo senso incoraggianti. Il Napoli ha segnato 6 gol in un’orgia di calcio offensivo. Il Milan ha vinto nettamente anche in assenza di Ibrahimovic. L’Inter ha prevalso di puro impeto (e sostituzioni) in una partita nata sbagliata: l’ha rovesciata, e non una ma due volte. La Lazio è passata a Cagliari implacabile e chirurgica. L’Atalanta al solito ha prodotto il calcio più efficace e divertente, vincendo quasi in souplesse. Sono storie, situazioni e ambizioni diverse, ma nel rispetto di queste differenze tutte le “cugine” sono uscite dai blocchi in modo convincente", è la riflessione del giornalista".

VIDEO - "DANILONE, SEMPRE LUI!". E TRAMONTANA MANDA IN TILT IL TELEVISORE

Sezione: Rassegna / Data: Lun 28 settembre 2020 alle 10:28
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print