Lunga intervista di Tuttosport a Carlo Ancelotti. Il tecnico del Napoli difende il suo operato nonostante l'abissale distacco in classifica dalla Juventus. "Io sono soddisfatto del percorso coperto dalla squadra sino a questo momento - spiega l'allenatore dei partenopei -. Il secondo posto non è un demerito nostro, ma un merito della Juve che procede a un’andatura eccezionale. Ora conta 84 punti: se continua così, con sei partite ancora da giocare, può chiudere attorno a quota 100. Per infrangere il predominio della Juve c’è bisogno di uno sforzo collettivo: devono essere anche le altre rivali a rafforzarsi per diventare sempre più competitive".

Poi, tornando su Inter-Napoli e gli insulti razzisti a Koulibaly, Acnelotti spiega: "C’è un solo modo, l’ho detto e lo ripeto: tolleranza zero. I cori contro Koulibaly, Kean e Matuidi; gli insulti a Mihajlovic quando è tornato a Firenze. Basta. Basta. Basta. Non è più possibile concepire il calcio in questo modo. Non è questo il calcio che amiamo, che amo".

VIDEO - FROSINONE-INTER, LA GIOIA E' NEL FINALE: SOLO VECINO FERMA LA FURIA DI TRAMONTANA

Sezione: Rassegna / Data: Gio 18 Aprile 2019 alle 10:10 / Fonte: Tuttosport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print