Il 13 settembre 1937, a Buenos Aires (Argentina), nasce Antonio Valentín Angelillo. Lui, per tutti, è passato alla storia del calcio col soprannome dell’angelo dalla faccia sporca. Angelillo, naturalizzato italiano grazie alle origini lucane del nonno, stabilisce il primato di 33 gol per un campionato a 18 squadre, cinque in una sola partita alla Spal. Diventò osservatore per l’Inter: e, grazie a lui, ai suoi buoni uffici nel mondo calcistico argentino, segnalò alla dirigenza nerazzurra un giovane terzino di belle speranze, Javier Zanetti. Nel podcast a seguire la sua storia.

Sezione: Radio Nerazzurra / Data: Dom 13 settembre 2020 alle 13:22
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print