"Ha sempre dimostrato personalità, chiaro che quando fai certi salti l'incognita rimane sempre. Invece con grande naturalezza e semplicità sembra essere all'Inter da una vita: merito a lui, gli faccio tanti complimenti". Incalzato sulle frequenze di TMW Radio sulla centralità di Nicolò Barella nell'Inter, Massimo Rastelli spende parole al miele per il centrocampista sardo, soffermandosi poi anche su un suo ex giocatore come Danilo D'Ambrosio: "Danilo era al primo anno da professionista: lui nasce esterno alto da 4-4-2, il classico tornante a tutta fascia con gran gamba, corsa e un discreto piede per l'età che aveva. Cresciuto tantissimo, io lo impostai da terzino: ci abbiamo lavorato tanto e anche lui ha capito che arretrare di qualche metro sarebbe stato meglio per la sua carriera. Ha delle doti umane come l'umiltà e anno dopo anno è cresciuto: il segreto è quello di migliorarsi, ed è il giusto premio per la sua determinazione".

Sezione: News / Data: Mar 15 settembre 2020 alle 20:54 / Fonte: TMW
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print