Le voci su un possibile trasferimento di Wayne Rooney, dopo i contrasti emersi con il manager Ferguson, si accavallano di giorno in giorno e, l'acquisto dell'ex Everton, è un pensierino che hanno fatto tutti i maggiori club europei, anche in virtù della legge Webster che liberebbe il giocatore per 6 milioni di euro. Lo stesso tecnico dello United è apparso rassegnato ad una partenza del bomber dei Red Devils e della nazionale di Fabio Capello, e, tra le pretendenti all'attaccante inglese, nonostante si sia parlato nei giorni scorsi anche di un interessamento da parte dell'Inter, sembrano essere in pole Chelsea, Real Madrid e Manchester City. Tuttavia, i due allenatori con un trascorso in nerazzurro, Mourinho e Mancini, che sarebbero allettati dall'idea di portare in squadra il talento di Liverpool, appaiono scettici riguardo il fatto che Rooney possa lasciare l'Old Trafford. L'attuale tecnico dei blancos ha infatti dichiarato, ai microfoni di Sky Sports, al termine della vittoria del suo Real sul Milan: "Per me lui resterà dov'è.

Sicuramente vuole lasciare per motivi personali, ma è un giocatore che appartiene al Manchester United, ai suoi tifosi e all'Old Trafford. Credo che resterà, ma se poi lo United decidesse davvero di cederlo, allora attendo una chiamata (commenta ridendo, ndr). Spero resti perché mi piace lui, mi piace Sir Alex, mi piace lo United e credo che debba restare dov'è a vita: sarebbe la cosa migliore". Della stessa opinione di Mou è l'altro ex tecnico dell'Inter, Roberto Mancini: "E' un grande giocatore ma penso che resterà allo United - ha glissato l'attuale manager del City - Non c'è alcuna trattativa in corso e noi siamo concentrati solo sulla nostra stagione". 

Sezione: News / Data: Mer 20 ottobre 2010 alle 13:01 / Fonte: Tuttomercatoweb.com
Autore: Daniele Alfieri
vedi letture
Print