La Curva Nord non molla mai né tanto meno contesta pesantemente coloro che in passato ha regalato al mondo Inter tanti trionfi. Ma la Curva Nord non rimane ancorata al passato, ma proprio dal passato prende spunto per un futuro migliore. In occasione di Inter-Roma del 17 settembre scorso, il seguente striscione campeggiava in curva “Ne contro la squadra, ne contro l’allenatore.

Moratti, dopo Mourinho dov’è l’uomo forte della società”, concetto ribadito poi con forza venerdì scorso, col coro per il tecnico portoghese. Un coro che non era di fatto nostalgico, ma un invito ad avere un uomo forte in società proprio come era il portoghese, un uomo che dettava le linee guida da seguire per arrivare al successo. E quell'Inter arrivò al successo.

Sezione: News / Data: Ven 24 febbraio 2012 alle 10:17 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alberto Casavecchia
vedi letture
Print