"Dopo la sconfitta contro la Sampdoria quello che ci siamo detti è quello che abbiamo poi trasmesso fuori". Giorgio Chiellini, parlando ai microfoni di Sky Sport, inquadra così la striscia aperta di 14 risultati utili consecutivi realizzata dalla Juve che non ha più commesso passi falsi dopo il ko di Marassi. "A volte - ha continuato il difensore biancoenro - non c’è bisogno di essere ipocriti, ma bisogna soltanto essere realisti e onesti. E’ successo un po' quello che era successo a Genova l’anno scorso, perché anche in quell’occasione dopo un periodo un po’ negativo eravamo ripartiti con un bel filotto. La svolta arrivò con il cambio di modulo dopo Firenze.

Ora abbiamo ritrovato probabilmente anche il piacere di sacrificarci, di aiutarci, di difendere, quindi tutte quelle caratteristiche che, grazie alla grande qualità dei nostri giocatori, ci permettono poi di vincere le partite. Quella di Napoli è stata una partita importante, nel piccolo lo abbiamo dimostrato anche dopo questa pausa: siamo una squadra che ha bisogno di grandi sfide per rendere al meglio e per tirare fuori quel qualcosa in più. Contro Chievo, Genoa e anche in altre partite precedentemente è capitato di non fare grandissime prestazioni perché tendiamo a limitarci a non fare il massimo. Però la nostra bravura è stata quella di riuscire ad alzare i giri nelle partite importanti, alzando il livello delle prestazioni. Da Napoli in poi l’unico pareggio che abbiamo fatto è stato in una partita che meritavamo di vincere, quella contro l’Inter".

Sezione: News / Data: Gio 01 febbraio 2018 alle 05:30
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
vedi letture
Print