Fulvio Bianchi de La Repubblica aggiorna sul tema della riapertura degli stadi, divenuto ormai rovente nel dibattito calcistico: "L'ad della Lega, Luigi De Siervo, è stato a Budapest a vedere la Supercoppa europea che ha ospitato 15.000 tifosi. Ottima organizzazione, tutto è filato liscio anche se erano arrivati tifosi dalla Germania e dalla Spagna (tutti con il tampone). In Italia siamo fermi a 1000 tifosi a partita, le Regioni sono contro il governo: il rischio è che anche dopo la sosta, a metà ottobre, si sia in una questa condizione. I presidenti si augurano un 25 per cento di tifosi, nell'ipotesi peggiore potrebbero accettare il 5 per cento. Con 1000 non fanno nulla. C'è la disponibilità a venire incontro alle richieste del Cts. Della questione si sta occupando da tempo anche Gabriele Gravina che tiene i contatti con i Ministero della Salute e dello Sport. Alcune società di serie A volevano fare la voce grossa, organizzando magari una conferenza stampa, e attaccando governo e Cts. Ma non è il momento: ci vuole serietà e responsabilità, con un occhio alla curva dei contagi".

VIDEO - ACCADDE OGGI - IL SINISTRO DI CORSO REGALA LA PRIMA INTERCONTINENTALE ALL'INTER

Sezione: News / Data: Sab 26 settembre 2020 alle 13:16
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print