Il presidente del Bologna, Albano Guaraldi, è tornato sull'errore clamoroso del dg Pedrelli che ha consegnato all'Inter l'intero cartellino di Emiliano Viviano: "Abbiamo inviato alla Lega un telegramma per spiegare che si tratta di un errore materiale ma che la manifestazione di volontà è corretta poiché si può capire bene dalla modulistica che intendevamo pagare 4,71 milioni. E poi come avremmo potuto pensare di riscattare con 2,35 milioni un giocatore per il quale due anni fa avevamo pagato 3,5 milioni la comproprietà del Brescia? Nel frattempo si è anche valorizzato ulteriormente giocando due grandi campionati fino ad approdare in Nazionale. L'abbaglio c'è - aggiunge Guaraldi -e non possiamo nasconderlo. Ora c'è un po' di rabbia e angoscia.

Quei soldi ci fanno comunque comodo per sistemare i nostri conti ma adesso siamo senza Viviano. Quanto a Pedrelli (l'autore della gaffe, ndr), valuteremo nel cda di martedì quali provvedimenti adottare nei suoi confronti. Non abbiamo voluto agire sotto stress emotivo".

Sezione: News / Data: Dom 26 giugno 2011 alle 11:58 / Fonte: La Gazzetta dello Sport
Autore: Daniele Alfieri
vedi letture
Print