Nel mercato di gennaio la rottura con il Psg sembrava insanabile ed invece Ezequiel Lavezzi potrebbe rimanere in Francia fino al 2016, alla naturale scadenza del contratto. Niente Inter, dunque, che in queste ore vedono sfumare altri due obiettivi: Jeremy Toulalan del Monaco, che sta per rinnovare con il club del Principato con un biennale, e André-Pierre Gignac, bomber del Marsiglia.

Le difficoltà di arrivare a Lavezzi derivano dal fatto che El Pocho non vuole saperne di abbassare il suo stipendio da 5 milioni netti a stagione. Uno stipendio che frena gli acquirenti, già intimiditi dalle richieste del Psg, che fissa il prezzo a 15 milioni di euro. Lavezzi, nell’ultimo mese, è tornato titolare ed anche questa sera potrebbe giocare dal 1' stasera in semifinale di coppa di Francia contro il Saint Etienne. Un’occasione per riscattarsi sul campo, rendendosi utile per un finale di stagione che potrebbe essere esaltante per il Psg, ancora impegnato su quattro fronti. E poi, l’argentino apprezza la vita parigina, meno asfissiante dei tempi di Napoli. Lo stesso la pensa l’entourage del giocatore, pur non snobbando l’interesse dell’Inter, censurato dal prezzo chiesto dal Psg per un giocatore in scadenza tra un anno. A fine stagione magari il dialogo può riprendere.

L’Inter deve rinunciare anche a Toulalan, dato ad un passo dalla firma, dopo aver visitato Milano ed il centro di allenamento, ma che ha deciso di rimanere in Francia, dove sta per firmare un biennale. Decisione indotta in particolare da ragioni familiari. Sempre in Costa Azzurra si perdono i contatti con un altro obiettivo, anche se più sfuocato, dei nerazzurri. A Marsiglia Gignac, travolgente domenica nella sfida con il Psg con una doppietta che porta a 18 il bottino stagionale personale, va in scadenza. Il bomber lo scorso inverno sembrava onorato dell’interesse dell’Inter che però non si è mai concretizzato. Il francese valuta la prospettiva di restare. Magari riducendosi l’ingaggio considerato insostenibile dalla direzione. Gignac guadagna 330mila euro lordi al mese, ma per la sua squadra del cuore dove ha giocato negli ultimi cinque anni sembra disposto a fare sacrifici. E a rinunciare all’Italia.

Sezione: News / Data: Mer 08 aprile 2015 alle 14:07 / Fonte: Gazzetta.it
Autore: Lorenzo Peronaci / Twitter: @lorenzoperonaci
Vedi letture
Print