Modulo offensivo ma copertura capillare del terreno di gioco. Questa è stata la chiave di volta del successo dell'Inter sulla Juventus a Torino. E' la conclusione alla quale arriva l'Osservatorio del Calcio Italiano in merito alla vittoria della squadra di Andrea Stramaccioni contro i bianconeri, evidenziando come la Juventus sia stata battuta svettando nel possesso palla, nella protezione dell'area e nella pericolosità.

Nonostante la scelta di un modulo tattico potenzialmente offensivo, si legge nel report, la compagine guidata da Stramaccioni ha attuato una capillare copertura dell’intero terreno di gioco bilanciando la densità della manovra prevalentemente lungo la zona mediana (45%), distribuendola equamente tra linea difensiva (30%) e reparto offensivo (25%). Impostazione, questa, che ha consentito ai nerazzurri di primeggiare nel possesso palla (51%), protezione area (49.5%) e pericolosità (65.1%, +21.4% rispetto allo stesso dato collezionato dai bianconeri). Le sortite offensive hanno interessato soprattutto la zona centrale (36%) ed il versante sinistro (34%) rispetto all’out destro (30%), per un totale di quattordici conclusioni (cinque delle quali direttamente nello specchio della porta difesa da Buffon).

Al termine dell’11esima giornata l’Inter mostra una soddisfacente tenuta atletica confermata anche dal dato riguardante i goal realizzati nell’ultimo quarto d’ora di gioco, ben cinque, il 22% rispetto al totale, primato condiviso con il numero di marcature totalizzate tra il 16’-30’ della prima frazione di gioco. L'undici nerazzurro colleziona una percentuale di pericolosità arrecata alle retroguardie avversarie pari a 62.7% (terzo miglior dato stagionale) a fronte di una media conclusioni pari a 13.6 (il 44.9% indirizzate nello specchio della porta avversaria).

 

Sezione: News / Data: Lun 5 Novembre 2012 alle 16:14 / articolo letto 5106 volte
Autore: Christian Liotta