Intervenuto ai microfoni di 'Tutti Convocati' su Radio 24, il giornalista ed esperto di finanza sportiva Marco Bellinazzo ha parlato del braccio di ferro in atto per la Superlega tra i principali club europei e la UEFA, definendolo "la grande guerra del calcio che stava andando in scena dietro le quinte, resa ancora più forte dalla necessità di introiti per i club in seguito al coronavirus. La UEFA a fine aprile avrebbe dovuto approvare un progetto di SuperChampions, che non piaceva a tanti club. Una levata di scudi era ovvia, sta accadendo qualcosa di simile a quanto è successo nel basket tra FIBA ed Eurolega. Oltre a Juventus, Milan e Inter una quarta squadra italiana nella Superlega potrebbe poi essere individuata successivamente, con la Roma grande favorita. Il punto di riferimento è la NFL americana, che vale 8-9 miliardi di dollari all'anno. I grandi club ritengono che 3 miliardi di giro d'affari per la Champions sia troppo poco, puntano ai 4-5 miliardi. Se c'è stato questo strappo è perchè la SuperChampions non piace a questi club. La UEFA per una questione di serietà, domani la annuncerà comunque. Poi non è da escludere che venga trovato un compromesso e i club restino dentro alla competizione UEFA. L'unica lega nazionale che non ha interesse particolare in questa Superlega è la Premier League, che ha un giro di affari di circa 4 miliardi e non vorrebbe rischiare di andare a rovinare il campionato con questa super competizione".

Sezione: News / Data: Dom 18 aprile 2021 alle 19:46
Autore: Daniele Alfieri / Twitter: @DaniAlfieri
Vedi letture
Print