Intervistato nel corso di 'Kick Off', programma del podcast ufficiale dell'Inter, Daniele Adani è tornato sulla famosa esultanza in diretta tv al gol di Matias Vecino nella partita di Champions League 2018-2019 contro il Tottenham: "Credo che alla fine le persone a casa lo seguono tutte il calcio e hanno diversi stati d'animo e diverse caratteristiche nell'approccio all'ascolto. Noi dobbiamo dare conto dell'aspetto descrittivo ma anche delle emozioni che accompagnano il calcio, che lo rendono più vivo e meritevole di stupore. Stupore che non va contenuto, secondo me. Dentro il linguaggio del racconto non può non esserci l'emozione. Tutte le tifoserie di ogni città avrebbero dovuto essere a San Siro in quel momento, per capire cosa volesse dire quell'attimo, quel segno del destino, la storia che si ripeteva quattro mesi dopo la rete dell'Olimpico. Dovevano cercare di immedesimarsi in quel momento magico. Io capisco l'amarezza di tanti sportivi che per cattiveria o invidia, perché volevano vivere quel momento, riducono tutto ad un mio essere filo-interista. Io sono per il calcio, chi ama il calcio lo ama coi colori dell'arcobaleno. Quella notte si è illuminata la stella di Vecino che ha fatto gioire tutti gli interisti. Ma è stato incredibile vivere quel momento, auguro a tutte le tifoserie di vivere momenti simili". 

VIDEO - ACCADDE OGGI - 29/10/2009: PAZZA INTER, DAL 4-0 AL 4-3 COL PALERMO. MA MILITO C'E' SEMPRE

Sezione: News / Data: Gio 29 ottobre 2020 alle 22:50
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print