Vincenzo Spadafora, Ministro dello Sport, intervenuto nel corso della trasmissione di Rai 3 'Chi l'ha Visto?' ha pronunciato una frase che suona quasi come una sentenza per le speranze di chi vorrebbe la conclusione regolare della stagione sportiva: "Penso che sia molto difficile che il 3 maggio si possano riprendere le competizioni sportive, anche il campionato di calcio. Le previsioni che facevano pensare di poter riprendere a fine aprile credo che siano state un po' ottimistiche, visto l'evolversi della vicenda. Qualora ci fossero le circostanze per riprendere, lo faremo certamente a porte chiuse: non sarà possibile in alcun modo riprendere con gli spettatori. Sono gli stessi scienziati a non avere certezze rispetto all’evoluzione, dbbiamo adattare le nostre decisioni alle cose che cambiano", le sue parole. 

Spadafora aggiunge: "La scelta finale spetterà alla Figc, ma le mie parole erano rivolte alle previsioni ottimistiche del calcio che pensava di ricominciare per quella data. Se poi la Figc deciderà di giocare nei mesi estivi, ciò rientra nell'autonomia dello sport. Ma penso che tutto ciò si debba conciliare con i calendari internazionali. Il calcio ci ha messo un po' di più rispetto agli altri per capire l'emergenza, quindi ci metterà tutta la prudenza possibile per evitare nuovi casi". 

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 26 marzo 2020 alle 21:44
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print