Sfumato Edin Dzeko, l’Inter accelera per Alexis Sanchez. Giuseppe Marotta conferma di non essere rimasto spiazzato dal rinnovo di Edin Dzeko con la Roma e si avvicina all’acquisto del cileno, da sempre oggetto dei desideri del club nerazzurro e di Antonio Conte. Come scrive l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, l’attaccante cileno è in uscita dal Manchester United e il suo desiderio di tornare in Italia ha accelerato la trattativa portata avanti in segreto da Marotta nelle ultime settimane. Non è un caso infatti che l’agente del cileno Fernando Felicevich si trovaìi a Londra da diversi giorni proprio per cercare  di trovare una soluzione con il club di Manchester, che nella capitale inglese ha i suoi uffici di rappresentanza proprio per le trattative di mercato. Sanchez ha aperto all’Inter, ora sta al club nerazzurro trovare l’intesa con i Red Devils.

“L’accelerata per Sanchez - scrive la rosea - è arrivata dopo l’apertura della stella cilena all’ipotesi di ridursi l’ingaggio. Sanchez, infatti, a Manchester guadagna oltre dieci milioni netti: uno stipendio non sostenibile per l’Inter, che non vorrebbe andare oltre i sei milioni ma che magari potrebbe prolungare di uno o due stagioni il contratto che lega Alexis allo United, che ha scadenza 2022. Ipotesi, comunque, perché le parti sono a lavoro per trovare l’intesa. Ma quel che conta in questo momento è la volontà decisa del giocatore di trasferirsi in nerazzurro. Ed è con questo scenario che da ieri Felicevich sta lavorando per trovare un punto di intesa tra Inter e United”.

L’Inter aveva un tesoretto da 15 milioni messo da parte per Dzeko. Sfumato il bosniaco, tutti hanno pensato dove sarebbero stati reinvestiti quei soldi. Non si tratta di una cifra sufficiente per definire l’operazione, ma sicuramente è una buona base da cui partire. Il Manchester United valuta Sanchez 20 milioni e potrebbe anche aprire a un prestito a cinque milioni, più riscatto fissato a 15. Una formula che chiaramente piace all’Inter, che già per Romelu Lukaku aveva chiesto ai Red Davils un pagamento dilazionato.

Il quotidiano sottolinea ancora: “L’asse Milano-Manchester è caldo, caldissimo. Probabilmente come quello telefonico tra Marotta e Conte. L’ex c.t. voleva Sanchez già quando allenava la Juventus, ma il cileno scelse il Barcellona e Guardiola per provare a dare l’assalto alla Champions. Ora l’Inter gli offre la possibilità di tornare protagonista, dopo diciotto mesi da dimenticare all’Old Trafford: appena 5 reti in 45 presenze con la maglia dello United, nulla rispetto agli 80 gol in 166 partite ufficiali con l’Arsenal, da cui era stato acquistato per 40 milioni di euro, bruciando proprio il City di Guardiola. E Conte è pronto ad abbracciare Sanchez, sperando che possa tornare quel Niño immarcabile dei tempi di Udine e che possa trasformare la sua Inter in Maravilla. Se trova la condizione, Sanchez può essere un titolare aggiunto da mettere in competizione con Lautaro nel ruolo di spalla di Lukaku. E se la cessione di Icardi portasse un altro regalo, meglio ancora: all’abbondanza di qualità non si dice mai di no”, conclude la rosea.

VIDEO - ALEXIS SANCHEZ IDOLO DEL CILE, QUANTE MAGIE CON LA "ROJA"

Sezione: In Primo Piano / Data: Dom 18 Agosto 2019 alle 08:00
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print