Torna la Champions League e torna l'Inter, che ancora una volta aprirà la competizione giocando prima di tutti: appuntamento allo stadio Meazza per stasera alle ore 19.00. I nerazzurri ospiteranno lo Slavia Praga campione di Repubblica Ceca che, dopo la cavalcata della passata stagione in Europa League (fuori ai quarti per mano del Chelsea), prova a sorprendere ora anche in Champions (eliminato il Cluj nei playoff di agosto con un doppio 1-0).

QUI INTER – Conte si porta dietro il dubbio legato a Lukaku, sofferente alla schiena. Se l'ottimismo delle ultime ore verrà confermato, dentro il belga presumibilmente in prima linea assieme a Lautaro. Altrimenti, Sanchez e Politano si giocheranno una maglia per affiancare il Toro. Qualche scelta drastica, il tecnico nerazzurro sarà costretto a compierla visto che in panchina andranno solo 7 elementi e non 12 come in campionato. Rispetto al successo sull'Udinese, possibile rivedere dal 1' D'Ambrosio sulla linea dei tre difensori: l'ex granata e Godin saranno in ballottaggio fino alla fine. Quasi scontato il ritorno tra gli undici di Vecino. Lazaro e Biraghi sperano di far rifiatare Candreva e Asamoah: da capire se Conte vorrà "rischiare" (cit.) uno dei due o entrambi in un match così delicato oppure se sceglierà di continuare con i soliti noti. Nonostante il derby che incombe, difficile pensare a un turno di riposo per De Vrij, Skriniar, Sensi e, soprattutto, Brozovic. Sarà 3-5-2 o 3-4-2-1? Vista la capacità di lettura tattica degli uomini di Conte, solo il campo potrà dare risposte certe.

QUI SLAVIA PRAGA – Nessun problema per Trpisovsky, che potrà scegliere l'undici iniziale senza patemi. Rispetto all'ultimo match di campionato (netto 3-0 allo Slovacko) dovrebbero rivedersi tra i titolari Boril, Soucek e Masopust. Lo schema può variare tra il 4-2-3-1 e il 4-1-4-1 a seconda dell'interpretazione della gara. In tal senso, non sarebbe sorprendente vedere in panchina Skoda - tipico centravanti di stazza - e al suo posto qualcuno più di manovra (Olayinka o Van Buren). Attenzione a Stanciu, il giocatore di maggior qualità dei cechi: il romeno, peraltro, ha già colpito in passato i nerazzurri ai tempi del Vaslui (playoff Europa League 2012-2013). Proprio Stanciu ha rappresentato il fiore all'occhiello del mercato estivo dal quale, tra gli altri, sono arrivati anche Holes, Hovorka e Provod. In uscita, invece, da segnalare soprattutto le cessioni di Kral (era in lista Uefa, poi si è accasato allo Spartak Mosca), Stoch, Ngadeu-Ngadjui, Deli e Zmrhal (andato al Brescia).

PROBABILI FORMAZIONI:

INTER (3-5-2): Handanovic; D'Ambrosio, De Vrij, Skriniar; Lazaro, Vecino, Brozovic, Sensi, Asamoah; Lukaku, Lautaro.
Panchina: Padelli, Godin, Biraghi, Candreva, Barella, Politano, Sanchez.
Allenatore: Conte.
Squalificati: nessuno.
Indisponibili: nessuno.

SLAVIA PRAGA (4-1-4-1): Kolar; Coufal, Kudela, Hovorka, Boril; Soucek; Masopust, Husbauer, Stanciu, Olayinka; Skoda.
Panchina: Kovar, Frydrych, Holes, Sevcik, Traoré, Provod, Van Buren.
Allenatore: Trpisovsky.
Squalificati: nessuno.
Indisponibili: nessuno.

ARBITRO: Buquet.
Assistenti: Debart e Pacelli.
Quarto uomo: Delerue. 
Var: Letexier (Millot).

VIDEO - VIGILIA DI CHAMPIONS, CONTE DIRIGE L'ALLENAMENTO AD APPIANO

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 17 Settembre 2019 alle 08:15
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print