Nella lunga intervista concessa a Sky Sport, l'a.d. dell'Inter Beppe Marotta parla in maniera netta e precisa sulle delicate situazioni di Mauro Icardi e Radja Nainggolan, analizzando il 'Metodo Marotta': "È un metodo che deve essere utilizzato in tutte le comunità, bisogna avere delle regole precise, dei diritti e dei doveri che devono essere sempre rispettati. Da queste situazioni si esce con chiarezza e trasparenza, in una progettualità bisogna trovare i profili giusti e questa è la strada che stiamo percorrendo. Abbiamo avuto modo di parlare con molta schiettezza e franchezza ai diretti interessati pur nel rispetto dei loro contratti e gli abbiamo comunicato la presa di posizione della società. Credo che questa sia la cosa più importante. Entrambi sanno della situazione che non significa che vengano sminuite le loro capacità: sono ottimi giocatori ed ottimi talenti, ma il talento da solo fa vincere le partite ma è la squadra che fa vincere il campionato e raggiungere gli obiettivi prefissati. Di conseguenza, non rientrano nel progetto con una trasparenza e il rispetto che è a loro dovuto".

Nessun dubbio, però, sulla presenza in ritiro dei due giocatori: "Una cosa è affermare che Icardi è sul mercato, un altro è rispettare i contratti e un accordo collettivo che prevede che il calciatore debba prendere parte agli allenamenti. E noi non vogliamo venir meno ai nostri doveri. Poi ci sono dei diritti dell'allenatore, che è quello di scegliere quale formazione mettere in campo" ha concluso Marotta. 

VIDEO - ODGAARD SI PRESENTA ALL'HEERENVEEN CON UN GOL FANTASTICO

Sezione: In Primo Piano / Data: Sab 6 Luglio 2019 alle 14:15
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print