L'Inter perde, ma in casa nerazzurra ci sono due facce molto diverse dopo i 90 minuti con il Real Madrid. Da una parte Stefano Sensi, che finalmente ha riassaggiato il campo; dall'altra Christian Eriksen, intristito in panchina per poi entrare negli ultimissimi istanti di gara. 

Il Corriere dello Sport commenta: "Il centrocampista ex Sassuolo è entrato a 12’ dalla fine al posto di Gagliardini quando il confronto era ormai archiviato e ha riassaporato il ritmo della partita. Il suo può essere un recupero assai importante perché Eriksen di fatto è ai titoli di coda - si legge -. Dopo le frasi dal sapore di addio di domenica di Marotta, contro il Real, Conte lo ha mandato in campo negli ultimi 4 minuti. È sembrata una punizione per il danese triste che non ha lasciato il segno nella sua esperienza italiana e che adesso deve trovare un’altra formazione a gennaio. Non facile per i dirigenti di viale della Liberazione che lo hanno a bilancio per 22 milioni. Marotta e Ausilio cercheranno uno scambio (con l’Arsenal? con il Psg?) per risolvere il problema". 

VIDEO - E' MORTO DIEGO ARMANDO MARADONA, LE MAGIE DEL "PIBE DE ORO"

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 26 novembre 2020 alle 10:42 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print