Il day after del debutto con doppietta e assist di Willy Gnonto al Mondiale Under 17 è ancora più dolce. A raccontarlo a Sky Sport è lo stesso attaccante 2003 dell'Inter, protagonista assoluto nel 5-0 con cui l'Italia di Carmine Nunziata si è sbarazzata facilmente delle Isole Salomone: "Per me, essendo il più piccolo del gruppo, è una grandissima emozione giocare per l'Italia e farlo in un'occasione così importante. Sono molto contento per i due gol e l'assist. E' un'emozione incredibile, non mi aspettavo di essere qua: cerco di viverla nel migliore dei modi".

A che giocatore assomigli?
"Non ci ho mai pensato, direi che sono veloce e abile con la palla tra i piedi. Sono abbastanza tecnico, posso assomigliare a Sterling del City. Il mio idolo da sempre è Messi, ma tutti mi dicono che assomiglio a Sterling: va bene così (ride ndr)". 

Che scuola fai?
"La terza liceo scientifico sportivo dopo due anni di classico. La mia materia preferita è latino, anche se non lo faccio più". 

Che garà sarà la prossima?
"Col Messico sarà impegnativa, cercheremo di farci trovare pronti e vincere". 

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 29 Ottobre 2019 alle 14:10
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print