La Gazzetta dello Sport, che solo un anno fa decise di aprire il giornale con una "prima" in cui ci si chiedeva se Lukaku valesse o meno 83 milioni, oggi celebra "King Lukaku". L'attaccante dell'Inter, come dimostrano le statistiche raccolte dalla rosea, "gli stessi gol di Messi e Sterling, uno in più di Mbappé. Gli unici ad altezza siderale sono Lewandowski e CR7, ma poi ecco il centravanti interista".

Con 31 reti stagionali, è vicino ai 34 di Ronaldo (quello brasiliano) del '97/'98, quindi Eto'o a 37 (annata 2010/2011). "Ma non ci sono solo i gol: Lukaku è tanto altro, come ha sempre sostenuto chi considerava (a ragione) il belga un universo distante milioni anni luce dal predecessore Mauro Icardi, che per la cronaca quest’anno ha segnato per adesso 20 reti, ben 11 meno del belga - scrive ancora la rosea -. Contro Getafe e Leverkusen Big Rom ha giocato una valanga di palloni, dimostrandosi ancora una volta un pivot capace di assistere i compagni e sfondare gli avversari diretti".

Restando però soltanto alle reti, i numeri sono impressionanti. "La semifinale sarà la sua partita numero 50 della stagione e già in 24 è riuscito ad andare a segno. Insomma, una volta su due la butta dentro. Non male per il belga, che infatti fa meglio degli altri signori da 31 gol stagionali Messi e Sterling, finiti nel tabellino dei marcatori in 21 e 22 partite". Meglio tra le grandi fanno solo i soliti Lewandowski e Ronaldo. Dietro all'interista c'è gente come Werner, Mbappé, Benzema, Kane, Salah.

VIDEO - GODIN-CONTE, SIPARIETTO IN CONFERENZA: "DIEGO, FATTI 'STA BIRRA". MA C'E' L'INGHIPPO...

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 12 agosto 2020 alle 08:15
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print