Non solo Eriksen, Moses e Young. L'Inter continua a guardare in Premier League e secondo La Gazzetta dello Sport i nomi caldi per la prossima sessione di mercato sono quelli di Tahith Chong e Pierre-Emerick Aubameyang.

Il primo è "in scadenza di contratto col Manchester United, deciso a lasciare i Red Devils senza rinnovare, anche per i rapporti non proprio eccellenti con il tecnico Solskjaer. Nei ripetuti incontri con il suo agente, Sinouh Mohamed, Marotta e Ausilio sono arrivati a formulare una proposta che si è tramutata in una stretta di mano significativa. Il club nerazzurro ha offerto a Chong un contratto di cinque anni, per un ingaggio medio da due milioni netti a stagione. Lo stipendio è ovviamente a salire: parte da una base inferiore ai due milioni, per superarla più avanti. Il più è fatto - assicura la rosea -, l’Inter sente di avere il giocatore in pugno. Il lavoro è molto ben avviato, non ancora completato perché vanno considerati tutti i dettagli che solitamente sono importanti nei casi di calciatori in scadenza. Ma l’ottimismo è reale. Chong può essere quel che un anno fa fu Godin e due stagioni fa furono De Vrij e Asamoah, acquisti a costo zero per il campionato che verrà". Pare quindi decaduta l’ipotesi di una triangolazione con il Jiangsu Suning, emersa in un primo tempo. Chong subito ad Appiano, questo è il piano.

Aubameyang invece non ha aderenze cinesi ma questo non esclude che il suo nome sia presente nelle liste dell’Inter. "Il discorso in questo caso è più ampio e comprende, evidentemente, anche il futuro di Lautaro - si legge -. Il rischio che sull’argentino si scateni una corsa di diversi top club europei è concreto. Non c’è solo il Barcellona, il Toro piace anche al Manchester City e i suoi agenti hanno ricevuto chiamate da entrambi i club. Sondaggi veri, non solo chiacchiere. L’Inter non può che aspettare per intavolare un’eventuale trattativa per il rinnovo: la clausola da 111 milioni ha valore nei primi 15 giorni di luglio. Ma l’attesa non può valere in assoluto, giusto guardarsi intorno. E nel mirino di viale della Liberazione è entrato proprio Aubameyang, che lascerà l’Arsenal la prossima estate. È in scadenza nel 2021, ha una valutazione attuale alta - 70 milioni di euro, i Gunners lo pagarono 64 nel gennaio 2018 - ma è destinata a scendere. L’Inter si era informata della situazione anche la scorsa estate, nei giorni in cui l’affare Lukaku si era maledettamente complicato. È una pista da tenere in seria considerazione. L’attacco è un reparto che cambierà: per Sanchez non saranno avviati discorsi di acquisto. E un capitolo a parte lo merita anche Mertens: è in scadenza col Napoli, il belga - attraverso l’amico Lukaku - spinge un giorno sì e l’altro pure per raggiungere Milano, senza per il momento trovare sponde nerazzurre. Ma è bene non accantonare il fascicolo, fino a prova contraria" chiosa la rosea.

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 14 Febbraio 2020 alle 00:22 / Fonte: Gazzetta.it
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print