Ai microfoni di Sky Sport, al termine del match contro il Bayer Leverkusen, terminato 2-1 per i nerazzurri, è intervenuto il tecnico dell’Inter Antonio Conte che ha commentato così la prestazione della squadra:

La squadra ha tirato fuori tutto quello che aveva dentro.
“C’è grande soddisfazione da parte mia e dei calciatori, abbiamo fatto sicuramente una buonissima partita, preparata nella giusta maniera. Siamo stati bravi a dare pressione e non far giocare mai il Leverkusen tranquillo. Siamo stati bravi a creare situazioni che avevamo studiato in allenamento. Bravi i ragazzi, come dico sempre potevamo stare più tranquilli e chiudere la partita perché abbiamo avuto diverse occasioni, invece siamo stati in bilico fino alla fine. Non abbiamo rischiato tanto, ma potevamo stare più sereni chiudendo la gara. Complimenti ai ragazzi che hanno dato tutto, hanno dimostrato che quello che stanno facendo è qualcosa di importante, così come quanto fatto in campionato. Ora possiamo giocarci una semifinale in Europa che non è una cosa da poco, bisogna già pensare da domani al prossimo avversario e prepararci bene. Vogliamo fare il massimo, senza avere recriminazioni”.

Ti aspettavi questo impatto da Lukaku?
“Diventa difficile parlare dei singoli quando hai una prestazione di squadra così da parte di tutti. Romelu sta facendo una bellissima stagione, supportato dalla squadra. Se la squadra c’è emergono anche le individualità. Avere degli attaccanti con determinate caratteristiche come quelle di Romelu, Lautaro, anche Sanchez, è importante. Merita tutto questo, ma deve ringraziare la squadra che lo mette nelle condizioni di esprimersi al massimo come forse non si è mai espresso in passato”.

La costruzione da dietro a partire da Handanovic?
“I ragazzi lo sanno che noi lavoriamo molto da questo punto di vista. Ci sono due tipi di situazioni, se trovi una squadra che ti viene a pressare alto devi sapere che ci sono dei posizionamenti che ti aiutano. Devi avere calciatori di grandi potenzialità tecniche e penso che ci siano, ma anche situazioni provate in allenamento per eludere la pressione offensiva e verticalizzare. Spesso sento dire quando si parte da dietro che l’Inter attacca in contropiede, ma non è così: tu parti dal basso per creare delle azioni e sfruttare lo spazio lasciato dall’avversario, Anche il Bayer partiva da dietro, noi siamo stati bravi a dargli pressing e grandi problematiche. Siamo stati bravi a trovare sempre la situazione giusta e su questo Samir è molto bravo, riesce sempre a trovare il giocatore giusto”.

Sei arrabbiato per non aver chiuso la partita?
“Arrabbiato mi sembra un termine eccessivo oggi, a questi ragazzi posso solo fare i complimenti per quello che stanno facendo e che hanno fatto in campionato, Sicuramente come facciamo sempre, avvalendomi anche del mio staff, faremo vedere ke situazioni positive e quelle dove possiamo migliorare. Tutte le analisi video vengono fatte non per dire chi ha sbagliato, ma per essere migliori la prossima volta”.

Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 10 agosto 2020 alle 23:42
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print