Andrea Carnevale, capo degli osservatori dell'Udinese, parla ai microfoni di Dazn di Samir Handanovic. Non nascondendo la sua sorpresa nel vedere la crescita esponenziale del capitano dell'Inter rispetto al periodo in cui lo ha scoperto, agli inizi degli anni Duemila: "Se devo dire un giocatore per il quale non mi aspettavo una carriera simile, dico proprio lui. Perché l'ho visto nel lontano 2002 a Longarone con la Nazionale slovena, che giocava contro l'Italia, ed era una nazionale di Serie C. In quella partita prese tre gol senza fare nemmeno una parata. Però io rimasi affascinato da questo portiere, per la fisicità e per l'eleganza che mostrava in campo nonostante avesse preso tre gol. Lo segnalai, lo portai a Udine per farlo provare dal nostro preparatore di allora Alessandro Zampa. Che quando lo vide dopo una settimana, venne da me e mi disse: 'Andrea, questo qui diventerà forte'. Per me fu una grande soddisfazione. Io davvero non pensavo che Handanovic oggi potesse essere il numero uno d'Europa tra i portieri insieme ad altri. Forse ha fatto più di quello che mi aspettavo io, perché è un grande professionista. So che mangia bene quotidianamente, ha un'alimentazione straordinaria, si allena bene... Ha fatto molto di più di quello che pensavo". 

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 17 dicembre 2020 alle 13:59
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
vedi letture
Print