Tra gli ultimi ad aggregarsi nel ritiro della Nazionale di Roberto Mancini assieme ai compagni di squadra interisti Nicolò Barella e Stefano Sensi, Alessandro Bastoni parla a Rai Sport della sua crescita esponenziale avvenuta nell'anno e mezzo a Milano: "Stiamo facendo bene nel club anche rispetto allo scorso anno, sono migliorato tanto anche grazie all’aiuto dei compagni e di mister Conte. Con lui ho un grande rapporto, sicuramente mi ha dato tanta fiducia. Ho iniziato a giocare subito l'anno scorso, ha sempre creduto in me, mi sta dando una grande mano a crescere e nel colmare alcune lacune. Mi raccomanda di aver coraggio e personalità e di non aver paura di fare le cose. Ce la metto tutta per ripagare la fiducia che mi ha dato".

Bastoni, poi, parla anche del primato solido dell'Inter in campionato: "E’ un percorso che stiamo facendo dallo scorso anno, avevamo qualche difetto che stiamo cercando di limare vincendo partite che l'anno scorso facevamo fatica a vincere. Cercheremo di vincerle tutte, ci rimane solo il campionato. Battere la Juve in campionato ci ha dato una grande spinta e forza, non ci eravamo riusciti prima; siamo maturati tanto noi giovani, io e Barella siamo riusciti a fare il salto di qualità che ci mancava e si sta vedendo". 

Bastoni, infine, dice la sua sulla tanto chiacchierata 'costruzione dal basso': "A me piace molto (sorride ndr), all'Atalanta era pane quotidiano. A volte bisogna tornare all'antica spazzando la palla senza rischiare, ma la costruzione dal basso può portare benefici". 

VIDEO - NOVANTA PRESENZE CON IL BELGIO: "TUNNEL DI SCHIAFFI" PER LUKAKU IN NAZIONALE 

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 26 marzo 2021 alle 14:00
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print