Sempre molto focalizzati sulla questione Lautaro-Barça, i giornali spagnoli hanno aperto oggi un nuovo capitolo della telenovela intervistando Beto Yaque, uno degli agenti dell'attaccante argentino. "Lautaro è concentrato sul suo club, sicuramente è molto soddisfatto di sapere che sta facendo le cose molto bene", è la premessa dell'agente, che ricorda di aver portato il giocatore al Racing impressionato dalla sua tecnica e dal temperamento, dopo averlo visto giocare con il Bahia Blanca. Al tempo Lautaro aveva 15 anni. "Io e il mio socio Roly Zarate abbiamo sempre visto in lui un grande potenziale e un gran futuro davanti per come è cresciuto rapidamente", dice.

L'agente sottolinea che gli elogi di Messi sono "sicuramente per Lauti un grande elogio da parte del migliore del mondo, con cui ha un buon rapporto così come con il resto del gruppo". Elogi che possono essere "solo piacevoli e confortanti per lui", ma se si parla di nuove sfide "ora il giocatore pensa solo al club in cui sta, nel quale ha cinque anni di contratto, le notizie che escono sono cose esclusivamente dei giornali".

Confermato l'aneddoto del rifiuto al Real Madrid a 18 anni. "Lo fece perché era convinto che avrebbe vinto con la prima squadra del Racing. Non ha mai detto che non gli piace il Real, solo che voleva vincere con il suo club", dice Beto Yaque.

Paragoni? "Ha qualcosa di Aguero e di Suarez, ma in realtà ha tutto, è un calciatore differente. Se è compatibile con Suarez? Non ne ho idea".

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 09 aprile 2020 alle 09:24
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print