Trasformare il terzo anello di San Siro in una galleria panoramica che potrà essere utilizzata in vari modi (per la realizzazione di spazi commerciali e di ristorazione, ma anche per impianti sportivi come campi di calcetto, per un totale di 11 mila metri quadrati di spazio): è questa, come riporta Calcioefinanza.it, la proposta della Lega al Comune di Milano per l'intricata situazione che riguarda lo stadio Meazza. La proposta si basa sullo studio realizzato dall’ingegnere Riccardo Aceti, docente di Tecnica delle costruzioni al Politecnico di Milano. 

"Con questo dimostriamo che non esiste solo la possibilità dell’abbattimento di San Siro o del suo mantenimento, ma c’è una terza via: la riqualificazione del terzo anello" ha detto il capogruppo della Lega a Palazzo Marino, Alessandro Morelli, nel corso di una conferenza stampa. Negli ultimi anni il suo utilizzo è diminuito, "così abbiamo ragionato sul suo riuso, collocando in quota una serie di servizi che sono al piano terra nei nuovi impianti. Una soluzione per creare un elemento che adesso è mancante a San Siro cioè una galleria panoramica nella ‘Scala del calcio'” ha continuato.

Come precisa Aceti, con questa soluzione lo stadio di San Siro avrebbe circa 60 mila spettatori, mentre "la capienza del nuovo stadio proposto dalle squadre Inter e Milan e i lavori potrebbero essere compresi tra i 24 mesi e un massimo di 36". A Milano "sembra ci sia uno stadio vecchio e la necessità di averne uno diverso, nuovo – poi aggiunto Morelli – ma questo è falso. Alle società serve in realtà avere una voce a bilancio che sia l’infrastruttura stadio. In città però servono strutture sportive, come le piscine, e nessuno vieta che l’asset finanziario delle società non sia uno stadio ma qualcosa d’altro".

VIDEO - COLOMBIA-CILE, CHE BATTAGLIA: SANCHEZ SI FERMA DOPO UN'ENTRATA DI CUADRADO

Sezione: Focus / Data: Lun 14 Ottobre 2019 alle 17:49 / Fonte: Calcioefinanza.it
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print