"Mi manca il campo, mi manca la quotidianità del gruppo. Zenga e lo staff ci hanno dato un programma di mantenimento muscolare, ma restare chiuso in casa è dura, non sai come riempire la giornata". Parla così Radja Nainggolan, intervistato a distanza dal Corriere dello Sport.

"Situazione difficile un po' per tutto, si è capovolto il mondo e speriamo che si risolva il prima possibile – dice l'ex nerazzurro –. Speriamo che si torni a giocare e che si riesca a finire il campionato. Per me il campionato non può essere bloccato qui, siamo solo alla 26^ giornata. Non possiamo assegnare uno scudetto o far retrocedere squadre dopo 26 giornate".

"Fino allo stop, per quanto riguarda il Cagliari, devo dire che eravamo in una posizione consona nonostante gli ultimi risultati deficitari dopo una striscia di 13 risultati utili consecutivi. In generale, ho visto un torneo molto più equilibrato, anche nei primi posti: non c'è più una sola squadra in vetta", chiude il belga.

Sezione: Focus / Data: Gio 26 Marzo 2020 alle 19:35 / Fonte: Corrieredellosport.it
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print