Chiarire, per qualcuno, non è bastato. Lo abbiamo fatto ieri, su FcInterNews.it, perché iniziavano a diffondersi voci sbagliate (rileggi qui). In Cina, noti quotidiani sono arrivati alle smentite perché il caos che si è creato dipende esclusivamente da fonti d'informazione italiane: tutt'ora, c'è chi scrive di China Railway Construction Corporation come investitori di FC Internazionale. La società cinese invece non c'entra assolutamente nulla in questo discorso di quote, ma si limiterà a lavorare in partnership con FC Internazionale per la costruzione del nuovo stadio di proprietà.

Per questo, da qualche parte si fa cattiva informazione addirittura annunciando sul web e non solo di "passo indietro dei cinesi". Non è assolutamente così. FC Internazionale è stata chiara fin dal primo comunicato, che in tanti hanno interpretato liberamente e senza attenersi a quanto scritto dalla società, che ha distinto gli investitori che diventeranno proprietari di quote di FC Internazionale, e la China Railways, che si occuperà della costruzione del nuovo stadio di proprietà.

Nel comunicato di FC Internazionale, diramato ormai due giorni fa, si legge in punti chiaramente distinti:

- "Internazionale Holding S.r.l. comunica di aver raggiunto in data odierna un accordo che prevede l'ingresso di un gruppo di investitori cinesi nel capitale di F.C. Internazionale S.p.A".

Questa è la parte che rende noto l'ingresso di nuovi imprenditori cinesi in società. Non viene fatta alcuna menzione a nomi o persone, perché tutto sarà reso noto più avanti. Sono stati quindi comunicati ufficialmente esclusivamente i nuovi membri del Consiglio di Amministrazione.

In seguito, il comunicato prosegue così:

- "Contestualmente, China Railway 15th Bureau Group Co., Ltd., controllata da China Railway Construction Corporation, e F.C. Internazionale S.p.A. hanno avviato una collaborazione per la costruzione di un nuovo stadio di proprietà entro il 2017".

Assolutamente distaccato da quanto riguarda invece gli investitori che entreranno in società.

Tutto estremamente chiaro e limpido, se non fosse che in tanti hanno clamorosamente sbagliato nell'interpretazione del comunicato di FC Internazionale. E qualcuno ci sta cascando tutt'ora, visto che è facile leggere sul web di "caso" legato alla questione con i cinesi. Nulla di tutto ciò.

La questione ha creato problematiche anche alla China Railways Construction Corporation, quotata in borsa, che si è ritrovata lanciata da molti come proprietaria del 15% dell'Inter a propria totale insaputa. Un errore grave che dimostra la scarsa attenzione di troppi nel generalizzare questa vicenda. Il comunicato era ed è tutt'ora chiaro e limpido, di fare chiarezza non ve ne sarebbe stata alcuna necessità. Se non fosse che c'è chi parla di caso o caos. Ma è tutto più chiaro che mai.

Sezione: FOCUS / Data: Ven 3 Agosto 2012 alle 11:45 / articolo letto 12659 volte
Autore: Redazione FcInterNews