Nel recupero con il Sassuolo è arrivata la decima vittoria consecutiva che proietta l'Inter a +11 sul Milan secondo e mantiene il +12 sulla Juventus terza. Secondo la Gazzetta dello Sport, questi tre punti fanno mettere le mani sullo scudetto. L'Inter è una squadra di valori: ieri il Sassuolo ha dominato in fatto di possesso palla, ma non ha brillato in occasioni create, dimostrandosi "più cicala che formica - si legge -. E se stiamo alla nuda cronaca, va evidenziato come l’Inter abbia sciupato fragorosamente per due volte il terzo gol in contropiede. La verità è che Conte e De Zerbi hanno visioni calcistiche diverse, quasi antitetiche, e che il match è stato permeato da tanta diversità".

Sanchez e Hakimi, in particolare, hanno sbagliato gol semplici in occasioni diverse, e così il finale è stato concitato per i cuori nerazzurri. "Il risultato è una cosa, l’analisi un’altra - specifica la Gazzetta -. I report statistici certificano come il Sassuolo abbia effettuato 848 passaggi e l’Inter 358, quasi 500 di meno, ma il realismo interista ha prevalso sull’apparire sassolese. Sarà lo scudetto della sostanza e gli interisti non la prendano come una critica. Essere concreti non è una colpa, è una scelta legittima. Si può vincere in tanti modi e Conte ha costruito una macchina perfetta per la storia del campionato italiano, che è impastata nel “risultatismo”, con rare eccezioni".

VIDEO - TRAMONTANA: “SQUADRA STANCA, ABBIAMO MESSO IL PULLMAN. CHE DIFFERENZA BROZOVIC E GAGLIARDINI. MA CHE VUOI DIRE CON QUESTI NUMERI?”

Sezione: Focus / Data: Gio 08 aprile 2021 alle 08:27 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print